cover poeti front

cover poeti back

LietoColle-Pordenonelegge 2017

“Amori difficili”, la prefazione di GM Villalta

Finalmente ho letto “Poeti”, sia pure in e-book. Che dire? Intanto l'ammirazione per la conoscenza così vasta e approfondita di un così incredibile numero di poeti. Ma in effetti non si tratta di conoscenza. È familiarità, è frequentazione così fitta e assidua da portare a rilevare - oltre alle cose buone - i limiti, le manie, le idiosincrasie. Insomma, qui succede un po’ quel che succede nelle coppie che si conoscono da troppi anni, che continuano ad amarsi e che non potrebbero vivere l’uno senza l’altro, e che tuttavia - proprio per questo - continuano anche a fare un quotidiano e a volte duro esercizio di sopportazione. Dunque mi trovo d’accordo con quanto scrive Villalta. E anche io sono colpita dall’ironia. Un’ironia affettuosa ma anche dissacrante. Trovo irresistibile il pezzo su Montale e il premio San Marino. Davvero me lo vedo scarpinare, il Montale - un po’ in carne, fuori forma e con i piedi sofferenti - per i "greppi" romagnoli. E davvero me lo vedo arrivare, tutto sudato, rosso e ancora senza fiato, a quella cerimonia provincialissima e kitsch, benché allestita in pompa magna e senza badare a spese (ma appunto, anche i poeti, anche i più grandi, devono mangiare…). Come lettrice confesso la mia frequente inadeguatezza, anzi la mia notevolissima ignoranza. Questo un po’ mi infastidisce, ma mi spinge anche a leggere e ad approfondire.

Domenica Mauri