Copertina ZAMEL

Franco Buffoni - ZAMEL

ZAMEL, scheda di presentazione
ZAMEL, indice

ZAMEL anticipazioni su Nazione Indiana (1)
ZAMEL anticipazioni su Nazione Indiana (2)
ZAMEL anticipazioni su Nazione Indiana (3)

ZAMEL anticipazione su La Recherche

L'attore Francesco Botti www.narrazioni.it legge il cap X

ZAMEL in classifica a Dedalus-Pordenonelegge “Altre scritture”

“Zamel un libro insieme violento e acuto, ma è anche un testo composito, ibrido, estremamente interessante anche dal punto di vista formale per la logica del montaggio che lo informa.”  Valerio Magrelli

“Zamel è il making of di Noi e loro: come Più luce, padre lo è di Guerra.” Fabio Zinelli

“ZAMEL mi ha colpita per la bellezza, il nitore dello stile, la capacità di raccontare.” Antonella Anedda

"Zamel forma un dittico con Più luce, padre: due libri complessi e di piacevole lettura, che si iscrivono idealmente in una tradizione di genere - il dialogo - che da Platone arriva fino a Galileo. Soprattutto, due libri necessari nell’Italia di oggi." Massimo Gezzi

"Dalla scrittura fortemente autobiografica di Reperto 74 ai versi elegantemente narrativi di Noi e loro, alla scrittura multi-genere e polifonica di Zamel, i nuovi libri di Franco Buffoni vibrano di impegno civile e contemporaneamente toccano le ragioni profonde del vissuto di questi tempi difficili e "veramente bui". Sono libri di una grande intensità, che sa convivere con una rara sobrietà stilistica, e che permette l’intreccio di invenzione e spunto autobiografico, polemica politica e coinvolgimento emotivo. Sento profonda gratitutidine verso il lavoro di Buffoni: per lo spessore culturale, per i risultati estetici, e anche per il senso della sua battaglia culturale." Gianni Turchetta

"ZAMEL è un libro costruito su una sottile linea sperimentale, tra saggio, epistola e racconto. Lo trovo denso, talvolta addirittura moralistico (nel buon vecchio senso illuminista) e - questo mi piace - anche angosciante... come se la "realtà" volesse sempre essere contenuta (strutturata) e sfuggisse sempre in zone d'ombra, in misfatti amati, in lingue di terra sconsolate. E' un bel modo per non sentirsi redenti, pur lottanto politicamente; con la testa sulle spalle e le gambe in spalla. Un bel contributo, anche, alla lotta comune, pur nell'irriducibilità del singolo, tantopiù scrittore". Pierre Lepori 

"Zamel è un bel libro che ho letto con grande interesse, imparando anche un sacco di cose. E’ un testo dalla struttura composita: un romanzo che diventa un saggio, o un saggio che si articola in un racconto. I due amici sono personaggi vivi e in fondo affettuosamente cordiali, ma al tempo stesso sono quasi proiezioni ‘personalizzate’ di due diverse concezioni del mondo e dell’amore omosessuale". Luca Canali

"Zamel non è un libro sull'omosessualità più di quanto non lo siano Fedro e Simposio, ma - quanto quelli – è un radicale tentativo di liberare il concetto di amore: nella fattispecie da tutte le pastoie metafisiche e cristiane. Per farne il vero metro di giudizio sulla maturità civile di ogni società e dei suoi membri". Giovanni Cossu

Registrazione della presentazione di ZAMEL al Circolo Mario Mieli con Tommaso Giartosio e Franco Goretti, 10 maggio 2009

Francesco Gnerre traduit par Franck Merger, La Littérature gay en Italie, (Inverses 10/2010), dédiées à Franco Buffoni pp 123-125

milk zamel